Ultima modifica: 8 luglio 2016

Comitato di valutazione

La legge 107/15 ha stabilito di rimettere direttamente alle istituzioni scolastiche, almeno per il primo triennio di applicazione, la definizione dei criteri di valutazione degli insegnanti con l’obiettivo di attuare la premialità per merito professionale. Per fare questo ha modificato la composizione del Comitato di valutazione, che in precedenza era formato soltanto da docenti, con il compito di valutare gli insegnanti al termine dell’anno di prova ai fini della conferma in ruolo. Il nuovo Comitato ha ora una composizione mista, dura in carica tre anni e predispone le condizioni per la valutazione di tutti gli insegnanti.

All’inizio dell’anno scolastico 2015-16 presso ogni istituzione scolastica viene costituito il nuovo Comitato per la valutazione degli insegnanti, composto dal dirigente scolastico che lo presiede, da tre docenti, due genitori (un genitore e uno studente negli istituti superiori) e un componente esterno (docente, dirigente scolastico di altra scuola o dirigente tecnico).

Il collegio dei docenti sceglie due dei tre docenti del Comitato; il consiglio d’istituto sceglie il terzo docente e i due genitori (o uno studente negli istituti superiori); l’Ufficio Scolastico Regionale (USR) individua il componente esterno.

Il comitato ha durata di tre anni scolastici, è presieduto dal dirigente scolastico ed è costituito dai seguenti componenti:

a) tre docenti dell’istituzione scolastica, di cui due scelti dal collegio dei docenti e uno dal consiglio di istituto;

b) due rappresentanti dei genitori, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione; un rappresentante degli studenti e un rappresentante dei genitori, per il secondo ciclo di istruzione, scelti dal consiglio di istituto;

c) un componente esterno individuato dall’Ufficio scolastico regionale tra docenti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici. (comma 129)

Decreto composizione Comitato di Valutazione 2015/2018

Regolamento Comitato di Valutazione dei docenti

Criteri stabiliti dal Comitato di Valutazione per l’attribuzione del bonus premiale